SaharaPhotoTour                         
      
         D A R I O   B A S I L E                              
P H O T O G R A P H E R                                                                         www.saharaphototour.com                                                                                               

 
HOME
   |   CHI SONO   |   CONTATTI   |   PHOTOGALLERY   |   LA FOTOGRAFIA   |   IL  SAHARA   |   GUESTBOOK   |   LINKS   |   NEWS   |   FAQ



Faq


1 - PERCHE' UN SITO DEDICATO ALLA FOTOGRAFIA NEL SAHARA?

La passione per il Sahara viene da lontano e nel tempo si è accresciuta fino a diventare il filo conduttore della mia vita. Il lavoro di organizzatore di viaggi che svolgo ormai da diversi anni si è integrato con il desiderio di ritornare spesso in questo magico deserto sempre con la fotocamera al collo e pronto a fissare le immagini più belle e interessanti che si presentano nell'arco della giornata. Ecco quindi il motivo che mi ha spinto a trascorrere molto tempo immerso nella realizzazione di questo sito dedicato alla fotografia nel Sahara.   


2 - COME SI PUO' PARTECIPARE A VIAGGI FOTOGRAFICI NEL SAHARA?

Contattaci per avere informazioni sui viaggi proposti da Colori di sabbia nel Sahara e potrai scoprire come la passione del viaggio può essere condivisa con quella della fotografia. Ogni nostro itinerario nei paesi sahariani non trascura mai la possibilità di effettuare numerose soste per riprendere con le fotocamere lo straordinario paesaggio che ci circonda.  Dune di sabbia modellate dal vento, archi di roccia, pinnacoli, graffiti e pitture rupestri sono solo alcuni dei luoghi che si possono osservare nell'arco di una stessa giornata. 


3 - QUALI SONO I PAESI PIU' INTERESSNTI DAL PUNTO DI VISTA FOTOGRAFICO NEL SAHARA?

Senz'altro l'Algeria e la Libia per la varietà dei paesaggi desertici.  Ma anche altri paesi all'interno del Sahara offrono spunti fotografici di grande suggestione e tra questi il Mali e il Niger.  In Algeria c'è anche la possibilità di incontrare carovane di dromedari accompagnate da tuareg, di fotografare la popolazione berbera che vive nelle tende di lana di cammello, di scoprire come si cucina il pane nella sabbia o di conoscere il rituale del tè nel deserto. Sono tutte situazioni che un fotografo viaggiatore appassionato non può che apprezzare e riprendere con la sua fotocamera...





4 - ECCO ALCUNI SUGGERIMENTI PER LA FOTOGRAFIA IN VIAGGIO NEL SAHARA...

::  Non rimandare mai al domani una fotografia che si può fare oggi. L'occasione potrebbe non ripresentarsi, o non si potrebbe più ritornare sul posto.

::  Non si fotografino installazioni militari. Anche gli aeroporti civili hanno zone "vietate" per cui é meglio essere prudenti.

::  Rispettare gli usi e i costumi degli altri popoli: mai disturbare quindi in luoghi di preghiera e di culto o in ambiente privato. Chiedere sempre il permesso di fotografare. Discrezione e cortesia pagano sempre e aiutano anche gli altri per eventuali riprese.

::  Fare attenzione alle linee elettriche aeree, inseparabili presenze nei luoghi civilizzati, che creano senz'altro un disturbo dal punto di vista fotografico.

::  Pulire quotidianamente la macchina fotografica e l'attrezzatura utilizzata durante la giornata per mantenere l'efficienza necessaria.

::  Titoli e didascalie vanno scritti quando la memoria é fresca: é consigliabile prendere appunti e pianificare l'attività con i luoghi o gli eventi interessanti per l'indomani.

::  Una saggia precauzione é quella di annotare i numeri di serie delle fotocamere e degli obiettivi. Alcuni paesi permettono la temporanea importazione dell'attrezzatura fotografica per uso personale fino a un dato valore, per cui é bene dichiarare alla dogana quel valore.

::  Il numero degli apparecchi, degli obiettivi e delle pellicole che possono essere importati varia da paese a paese; informarsi quindi presso un'agenzia di viaggi o presso l'ambasciata del paese interessato.

::  Una buona foto é sempre il frutto di una accurata preparazione, che inizia con il bagaglio. Si vuoti la borsa dell'attrezzatura e si parta da zero, in modo da sapere esattamente cosa c'é e dov'é. Controllare la presenza di elementi solo apparentemente secondari, come le viti del treppiede, i cavetti del lampeggiatore, le pile di scorta, i libretti di istruzione.

::  Durante il viaggio ricordarsi di riporre sempre la fotocamera con l'otturatore scarico, in modo da non tenere inutilmente in tensione la molla. Anche gli obiettivi andranno riposti con i diaframmi chiusi, in modo da non forzare inutilmente l'iride.

::  Le precauzioni per un utilizzo della fotocamera nei climi caldi, quelli del deserto appunto, devono essere superiori a quelle di altre condizioni climatiche. In aree dove le temperature possono raggiungere e superare i 40 gradi é necessario evitare che l'apparecchio fotografico sia appoggiato su superfici metalliche, quali ad esempio il tetto o il cofano dell'auto, ma sempre posarle in modo da consentire una certa circolazione dell'aria su tutte le superfici.

:: Pulire l'attrezzatura di sera, quando fa più fresco. Un buon suggerimento é quello di avvolgere un apparecchio durante tutta la notte in una pelle di camoscio; resterà così fresco anche durante il giorno.

::  Un ottima precauzione é quella di sigillare con nastro adesivo tutti gli "accessi" in quel momento inutilizzati, come il contatto per il flash, i terminali del motore, il pulsante di controllo della batteria e altri ancora dai quali potrebbe entrare sabbia.

::  In presenza di tempeste di sabbia o comunque di condizioni molto avverse e volendo fotografare ugualmente, é possibile proteggendo la fotocamera con un sacchetto di plastica trasparente, con l'apertura per inserire le nostre mani. Praticare un foro per l'obiettivo, e tenere la mano destra all'interno del sacchetto, la sinistra all'esterno.


 

   © 2010  saharaphototour.com  -  Tutti i diritti riservati  -   Dario Basile   -  Tel. +39 338.9377821   +39 02.39211428    info@saharaphototour.com